Chiedere la rateizzazione dell'importo dovuto a seguito di accertamento

Chiedere la rateizzazione dell'importo dovuto a seguito di accertamento

I contribuenti che ricevono un avviso di accertamento e si trovano in situazioni di temporanea difficoltà economica possono chiedere la rateizzazione delle somme dovute.

Le modalità di rateizzazione (importi e scadenze) sono definite dal Comune nei Regolamenti di ciascun tributo.

La domanda deve essere completa della documentazione necessaria a comprovare la temporanea situazione di oggettiva difficoltà economica.

Approfondimenti

Avvertenze
  1. qualora le somme complessivamente indicate negli avvisi, comprese le sanzioni e gli interessi applicabili, siano superiori a 200,00 €, il contribuente può richiedere, non oltre il termine di versamento, una rateizzazione sino a 12 rate mensili, oltre agli interessi nella misura del vigente tasso legale
  2. qualora l’importo accertato superi 2.000,00 € e sino all’importo di 6.000,00 € è possibile ottenere una rateizzazione fino a 24 rate mensili, oltre gli interessi nella misura del vigente tasso legale
  3. qualora l’importo accertato superi 6.000,00 € è possibile ottenere una rateazione sino a 3 rate mensili, oltre gli interessi nella misura del vigente tasso legale.

Al fine della concessione della rateazione di cui ai punti 2 e 3 l’ufficio tributi in fase istruttoria dovrà richiedere ogni documentazione utile a comprovare una situazione di obiettiva difficoltà economica che impedisca il pagamento in base alle scadenze ordinariamente stabilite dall’ente.

Tale situazione può essere identificata in una delle seguenti fattispecie:

  • per le persone fisiche, ove il richiedente presenti idonea documentazione che attesti il valore dell'indicatore della propria situazione economica (ISEE) che non dovrà essere superiore ad 18.000,00 €
  • per l’impresa, la persona giuridica o il soggetto esercente lavoro autonomo, ove venga comprovato un grave stato di difficoltà finanziaria o di carenza di liquidità da valutare sulla base di idonea documentazione comprovante lo stato di crisi

In ogni caso, per importi superiori a 30.000,00 € l’accoglimento dell’istanza di rateazione è subordinato alla presentazione di garanzia fideiussoria bancaria o assicurativa comprensiva degli interessi legali ed eventuali spese di recupero del credito rilasciata da primaria compagnia.

L’utente decade dalla rateizzazione nel caso di ritardo superiore a 15 giorni nel versamento anche di una sola rata.

In Comune di Porto San Giorgio…

In caso di riscossione coattiva o tributi in concessione, la domanda di rateizzazione deve essere presentata al concessionario ICA Srl

Consulta il sito di ICA Srl

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Tasse
Ultimo aggiornamento: 04/11/2021 12:39.47